I difetti di retrazione del prepuzio: la fimosi

 

Normalmente il glande può essere ricoperto o meno dalla cute del prepuzio. La presenza del glande del tutto coperto o del tutto scoperto non rappresenta patologia: il prepuzio deve però essere in grado di scorrere liberamente senza difficoltà fino a scoperchiare interamente il glande

Quando sussista difficoltà a scoprire interamente il glande o durante erezione o in stato di riposo, siamo in presenza di una condizione di “fimosi”.

Può essere di vario grado; in alcuni casi provoca soltanto fastidio nel rapporto sessuale, nelle forme piu’ marcate (“fimosi serrata o completa”) lo rende impossibile. Nei casi estremi perfino la emissione di urine e/o di liquido seminale puo’ risultare difficoltosa. La copertura forzata del glande in questi casi provoca soventi infezioni locali (“balanopostiti”) che aggravano sempre di più la fimosi, rappresentando anche una possibile fonte di infezione vaginale e/o uterina per la partner abituale. Se il prepuzio viene forzatamente retratto, può bloccarsi ostinatamente al di sotto del glande provocandone un pericoloso blocco venoso come se fosse stato applicato un laccio stretto: si tratta di una condizione definita “parafimosi”.

La parafimosi è una emergenza chirurgica !

Richiede il pronto intervento del chirurgo per risolvere il quadro ed impedire danni permanenti. Talvolta il ripetersi di balanostiti , spesso causate semplicemente da errate abitudini igieniche , provoca un progressivo restringimento del prepuzio che evolve sempre di piu’ in un quadro di fimosi. Alla fimosi si associa facilmente un frenulo breve.

Il trattamento è chirurgico e consiste in una plastica di ampliamento prepuziale nelle forme più lievi o in una circoncisione vera e propria. Se il frenulo è troppo breve, si completa l’intervento eseguendo anche la sezione del frenulo.

Si tratta di semplici interventi chirurgici realizzabili in anestesia locale e che richiedono poche ore di degenza. L’auto applicazione di pomate di pre-anestesia, rende le procedure del tutto indolori. L’attività lavorativa può essere ripresa fin dal giorno seguente; i rapporti sessuali richiedono una pausa di 3-4 settimane. Il Paziente esegue una breve terapia antibiotica di protezione e semplici automedicazioni .

 

Prepuzio eccessivamente sviluppato

In questo caso il glande è interamente coperto dal prepuzio che comunque è in grado di scorrere liberamente fino a scoprirlo del tutto. Un prepuzio così conformato può facilmente traumatizzarsi durante l’attività sessuale; lo sfregamento provoca un edema del prepuzio che appare rigonfiato e tumefatto come una specie di ciambellina a contenuto liquido posta intorno al pene al di sotto del glande (“edema prepuziale”) .

In genere si riassorbe spontaneamente , ma obbliga il Paziente a sospendere l’attività sessuale per qualche giorno. Se il fenomeno si ripete spesso, diventa invalidante per la coppia e richiede la circoncisione.

 

fimosi complicate

               

 

CIRCONCISIONE o plastica del prepuzio

anestesia loco regionale

 

 

 

 

le fasi dell’intervento di circoncisione

 

 

 

Risultati a guarigione avvenuta